NAPOLI 4 – ROMA 0


Domenica 29 Novembre 2020 all’Arena Diego Maradona di Napoli c’è il derby del sole … Napoli vs Roma, una classica del campionato di Serie A, costellata, da sempre, da luci ed ombre. Infatti la classica torna nel serale, in quanto sono oramai 6 anni che si gioca senza tifosi avversari e non in orario serale.

Prima di raccontare delle gesta calcistiche, mi preme sottolineare uno ed uno solo gesto umano, quello del dirigente della Roma, Bruno Conti, quel Bruno Conti che ha incrociato le scarpette più volte con il Pibe de oro, proprio quel Bruno Conti che ha fatto gridare a tutta l’Italia calcistica nel 1982 CAMPIONI DEL MONDO. Ebbene Bruno Conti, con una corona di fiori con il numero 10, si è recato ai Quartieri Spagnoli divenuto il simulacro di Diego Maradona a Napoli. Sicuramente ci sarà chi vestirà di retorica il gesto di Bruno Conti, ma indubbiamente il suo gesto ha suggellato la sacralità orografica del sito del Quartiere di Napoli, che da oggi sarà pellegrinaggio di quanti hanno amato il calciatore più forte di tutti tempi. #AD10S Diego

Primo tempo arbitra Di Bello in un’atmosfera irreale in nome di Maradona, minuto di raccoglimento ed al 10′ minuto in ricordo del numero della sua maglia.

Si parte con un buon ritmo, la Roma subito nell’area del Napoli, ma le squadre sono equilibrate e cercano di fare meno errori possibili. 10′ AD10S un storia indelebile.

Dopo il ricordo di Maradona, due occasioni per un macchinoso Napoli, che comincia ad affacciarsi nella metà campo della Roma. Al 20′ altra azione del Napoli che si conclude con un nulla di fatto. Dopo 10 minuti di predominio del Napoli al 31′ il figlio di Napoli Insigne, il capitano dedica a Diego un grandissimo gol da una punizione al limite dell’area. NAPOLI 1 – ROMA 0

Gli ultimi 15′ del primo tempo vedono un Napoli più reattivo della Roma con un possesso 60/40 per la squadra di mister Gattuso e dopo 2′ di recupero Di Bello manda tutti negli spogliatoi.

Secondo tempo Il secondo tempo si apre con un grande Napoli che mette alle corde la Roma in più di una occasione. Ma al 64′ il Napoli raddoppia con Fabian con un tiro da fuori area. Napoli 2 – Roma 0

Al 67′ fuori Lozano entra Politano, mentre la Roma prova a reagire. La Roma si affaccia con più convinzione nell’area del Napoli ed intanto siamo arrivati al 75′ del secondo tempo.

Al 77′ esce Zielinski ed entra Elmas, ma il risultato non cambia e la partita sembra scivolare in favore del Napoli, mentre la Roma attacca a pieno organico. All’81’ Elmas, appena entrato, con un gran tiro forte da fuori area, sulla respinta del portiere, diventa l’ispiratore del gol di Mertens che da due passi mette in rete. Napoli 3 – Roma 0

All’83’ esce Mertens e Demme ed entrano Petagna e Lobotka, mentre il Napoli mette in cassaforte il risultato ed i tre punti contro una Roma arrivata a Napoli con i più buoni auspici, ma che il campo ne ha decretato non solo la sconfitta ma la pochezza del gioco. Il Napoli dal suo canto, ha mostrato che ” Mazz’ e panell’ fanne ‘e figli bell ” e che le sfuriate di Gattuso hanno sortito il loro effetto. All’87 c’è spazio anche per Politano che senza essere blasfemi, nella serata dedicata a Diego segna scartando anche il portiere. Napoli 4 – Roma 0

Anche su richiesta della stessa Roma, senza recupero, termina la partita con un Napoli stellare ed una Roma piccola piccola, migliore della serata mister Gattuso

…da Napoli è tutto, dall’Arena Diego Armando Maradona NAPOLI 4 – ROMA 0

GBLOT #forzanapolisempre #tribunastampa #stadioDiegoMaradona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *