Countdown per la notte di San Lorenzo, una delle più magiche dell’estate.

L’associazione Vivere Napoli, organizza dal 6 al 13 agosto passeggiate sul Vesuvio, al calar delle tenebre. La notte di San Lorenzo, tra le più belle dell’anno, in cui è possibile osservare le stelle cadenti dello sciame meteorico delle Perseidi, soprattutto se si è a 1000 metri di altitudine come sul Vesuvio.

La difficoltà è media, l’abbigliamento consigliato sportivo o comunque comodo, c’è la possibilità di portare i propri amici a quattro zampe, purché siano provvisti di museruola, il tutto  alla scoperta de La Valle dell’Inferno, la caldera del complesso Somma-Vesuvio, uno dei luoghi più suggestivi del Parco Nazionale del Vesuvio, perché consente di passeggiare osservando da vicino l’imponenza e la maestosità di uno dei vulcani più famosi al mondo, oltre a godere di una visita insolita sotto le stelle e se possibile vedere anche le stelle cadenti.

Un antico sentiero circolare che parte da Ottaviano e si sviluppa lungo il Monte Somma, arrivando fino a costeggiare il Gran Cono del Vesuvio, l’itinerario consente di scoprire lo strettissimo legame che c’è fra i due vulcani e la straordinaria biodiversità del Parco Nazionale del Vesuvio, con la natura che si manifesta in tutta la sua potenza con paesaggi sempre mutevoli e sorprendenti, tra fitti boschi, lava, licheni e ginestre quasi sospesi sull’incanto del Golfo di Napoli.

Si partirà dal Rifugio Imbò e ci si immetterà sul lato est del complesso vulcanico scendendo all’interno della Valle dell’Inferno, anche detta per la particolare vegetazione dominante Valle delle Ginestre. Si percorre il sentiero ricco di ginestre da cui la Valle prende il nome, e dall’odore dolce ed inebriante che accompagna tutto il percorso, così come il giallo intenso degli arbusti in fiore.

Dunque con il golfo ai nostri piedi, il profumo della terra che batte e vive, circondati da fiori e fragranze antichi, sarà possibile fare un’esperienza unica. Per esprimere i più segreti desideri che il nostro cuore cela.  Un desiderio lo sia ha a qualunque età. Un desiderio, un sogno che magari solo grazie a forza, determinazione e voglia di fare, potrà un giorno realizzarsi, non perché l’atmosfera con i suoi gas ha incendiato un pezzetto di materia, fluttuante nello spazio, Ma perché ci siamo spinti e lanciati e detti ….proviamo!

E poi dopo tutto, agosto è il mese dei propositi, che poi …a settembre si vede… a settembre se ne parla.

Mettiamola così. Mai demordere, mai avvilirsi… Finirà tutto solo con l’ultimo respiro mai prima.

Clicca qui per le tue visite guidate a Napoli e dintorni

Di Valeria Garofalo

Laureata in Conservazione dei Beni Culturali innamorata dell'incanto che questa città sprigiona, capace di emozionarsi ovunque la scia di una melodia sia in grado di portarmi. ...questa sono io

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *