Napul’ è na camminata, diceva Pino Daniele, in una nota canzone, eppure più che passeggiare i napoletani apprezzano oramai e preferiscono da diversi anni utilizzare la metropolitana. Il nostro trenino sotterraneo, che tra mille difficoltà ha collegato quasi, tutti i quartieri della città.

La metropolitana collinare, un gioiello dalle stazioni così diverse e colorate. Affascinano i turisti in visita e i semplici quotidiani passeggeri, che per andare al lavoro, la utilizzano tutti i giorni.

A luglio si potrà utilizzare la stazione Duomo della linea 1, un’altra splendida stazione dell’arte. De magistris ha annunciato che le aree di Piazza Nicola Amore, che hanno visto il cantiere, per anni di questa fermata, in questi ultimi giorni sono in lento ma progressivo sgombero.

Quel che ha ritardato i lavori è stato il ritrovamento, poco sotto il livello del manto stradale, dove migliaia di noi camminano ogni giorno, di un tempio romano del I sec.d.C. Un tempio, dedicato ai giochi Isolimpici.

Quest’ultimo sarà visibile dall’esterno, grazie all’ideazione di una cupola. I lavori di recupero continueranno, anche dopo l’apertura della fermata Duomo.

Opera dell’archistar Massimiliano Fuksas, la stazione sarà come una straordinaria avenue, con luci che cambiando tinta; seguiranno le tonalità dell’alba e del tramonto colori naturali, fino alla notte. Le stazioni della metro di Napoli, un bellissimo percorso, tra luci, arte, colori e suggestioni in blu; come quelle della splendida fermata di Toledo, tra le più interessanti e secondo il quotidiano inglese the Daily Telegraph, la più bella ed originale di Europa.

Primato confermato è riconosciuto anche nella classifica della CNN. Durante la sua realizzazione anche furono trovati, cenni di storia di un passato ancora presente, come parti della fortificazione Aragonese di fine XV sec. ed i resti di un edificio termale del II sec. d.C. Napoli, dunque più viva che mai: da sotto, da sopra, dal mare da tutte le direzioni, la si voglia guardare, vivere.

Ci stupisce sempre e continuerà a farlo con tutto il suo intenso sapore, da qualsiasi parte diamo il morso. È una camminata, nei vicoli in mezzo alla gente, però con la metropolitana spostarsi è più facile e veloce ed il tempo risparmiato?

Usiamolo per goderci tutto il resto. Risparmiamolo sempre il tempo, che fugge, fugge via come un treno in corsa...

Valeria Garofalo

Di Valeria Garofalo

Laureata in Conservazione dei Beni Culturali innamorata dell'incanto che questa città sprigiona, capace di emozionarsi ovunque la scia di una melodia sia in grado di portarmi. ...questa sono io

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *