La Delizia Estense


Il Palazzo Ducale di Sassuolo è una delle più importanti residenze barocche dell’Italia settentrionale.
L’aspetto attuale del Palazzo prende forma dal 1634, quando l’antico e massiccio castello fu trasformato in residenza ducale, un luogo prestigioso da utilizzare per la villeggiatura estiva e come sede di rappresentanza ufficiale della corte. La committenza della ricostruzione e della decorazione spetta a Francesco I d’Este, il duca che, dopo la perdita di Ferrara nel 1598, creò la nuova immagine di Modena capitale dello stato e riportò sulla scena politica europea il ducato estense di Modena e Reggio Emilia. Il palazzo è denominato anche “Delizia” per la sua architettura impreziosita da fontane e circondata da spazi verdi, per la bellezza delle decorazioni degli ambienti e per il felice inserimento nell’ampia vallata del Secchia.

Dopo complesse vicende proprietarie, dal 2004 il Palazzo è definitivamente passato in consegna al MIBACT;  oggi fa parte delle Gallerie Estensi, polo museale autonomo istituito dal 2015 per riunire i musei che custodiscono le eredità estensi.

Fanno parte del grande complesso del Palazzo la magnifica Peschiera e la Cappella Palatina dedicata a San Francesco.

Convocati e Formazione: PORTIERI: Meret, Ospina, Contini; DIFENSORI: Di Lorenzo, Ghoulam, Hysaj, Manolas, Maksimovic, Rrahmani, Mario Rui; CENTROCAMPISTI: Demme, Elmas, Lobotka, Fabian Ruiz, Zielinski, Bakayoko; ATTACCANTI: Politano, Insigne, Mertens, Cioffi (maglia 58), Zedadka (maglia 3), D’Agostino (maglia 56), Labriola (maglia 61).

PRIMO TEMPO … Arbitra il sig. Marini di Roma, batte il calcio d’inizio il Napoli. Primi ’10 minuti con due squadre che partono dal basso … noiosissime. Pochissime azioni e nulla da segnalare. Altri ’10 minuti soporiferi ed Insigne al ’21 minuto tira fuori dal cilindro, come un mago, un tiro a giro che finisce in rete, ma per pochi centimetri è in fuorigioco e viene annullato. Oltre il tiro di Insigne nulla di fatto fino al ’30 minuto. Al ’33 minuto segna Berardi per il Sassuolo su punizione complice Maksimovic che tocca di testa e mette in rete con l’incolpevole Meret che si vede scavalcato. Sassuolo 1 – Napoli 0

Cinque minuti ed il Napoli pareggia al ’37 minuto, Zielinski prende palla fuori area e fa partire un tiro che finisce in rete alla destra del portiere del Sassuolo. Sassuolo 1 – Napoli 1

Nell’ultima parte del primo tempo, la partita si ravviva, complici le due reti a distanza di ‘5 minuti, con il Napoli che prende fiducia e diventa più intraprendente. Ma al ’44 minuto un fallo di Hysaj su Caputo consegna al Sassuolo un calcio di rigore, che Berardi segna mentre Meret tocca soltanto. Sassuolo 2 – Napoli 1

Primo tempo termina con ‘2 minuti di recupero. Sassuolo 2 – Napoli 1

SECONDO TEMPO Il Napoli sembra cominciare meglio i secondi ’45 minuti. Ma il Sassuolo cerca di tenere palla e ripartire. Al ’49 minuto grande parata di Meret. Al ’55 minuto la partita si porta nei canoni più congeniali al Sassuolo che controlla con azioni diligenti e pulite. Al ’56 minuto Maksimovic ha l’opportunità di riscattare l’autorete, ma sempre di testa sbaglia lo specchio della porta. Al ’60 minuto ancora una grande parata di Meret. Discutibile sostituzione di Mertens con Elmas al ’65 minuto. Al ’67 minuto Berardi con un gran tiro coglie la traversa della porta difesa da Meret. Al ’69 minuto palo di Ciccio Caputo per il Sassuolo che con un Napoli alle corde vuole chiudere la partita del tempo. Ma la sorte è strana ed al ’72 minuto su passaggio di Insigne, Di Lorenzo mette in rete. Sassuolo 2 – Napoli 2

Al ’73 minuto escono Demme e Hysaj ed entrano Bakayoko e Ghoulam. Squadre che si allungano ed occasioni da una parte e dall’altra. Partita che si infiamma anche agonisticamente. Mentre mancano ’10 minuto al ’90. Al ’83 minuto esce Maksimovic e Zielinski ed entra Malolas e Lobotka. Svolta della all’89 minuto Di Lorenzo viene messo a terra in area ed il sig. Marini assegna al Napoli un calcio di rigore che Lorenzo Insigne mette in rete, portando il risultato. Sassuolo 2 – Napoli 3

Ultimi ‘3 minuti di recupero con un Napoli in vantaggio, ma ci sono partite che fino alla fine sono interminabili. Al ’93 minuto con un fallo di Manolas il Sassuolo ha l’opportunità di pareggiare su calcio di rigore. Ciccio Caputo a partita finita, segnando dal dischetto, porta in parità il risultato. Sassuolo 3 – Napoli 3

Peccato pareggiare a partita conclusa, ma qualora si fosse realizzata la vittoria del Napoli, il titolo dell’articolo era: IL FURTO DEL SECOLO.

Certo le partite si vincono e si perdono, ma al mio personalissimo cartellino, in sintesi un brutto Napoli strappa un pareggio, ma perde ai punti che risultano, dal punto di vista delle occasioni, reti escluse, zero a quattro per il Sassuolo con due parate di Meret, una traversa ed un palo per il Sassuolo ..dal MAPEI Stadium di Sassuolo è tutto

SASSUOLO – NAPOLI 3 – 3

FORZA NAPOLI SEMPRE

GBLOT

Antonello Di Martino

Di Antonello Di Martino

Sono il papà di Francesco ed il Capo, come dicono loro, di un gruppo di agguerrite giovani donne, professioniste e professionali, con le quali condivido un pezzo di vita e di professione. - Direttore Editoriale MANI E VULCANI magazine - CEO NAPLES AND ITALY visite guidate ed eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *