Agenda 2030 Goal 6 Acqua pulita e servizi igienico-sanitari


Agenda 2030: Goal 6: Acqua pulita e servizi igienico-sanitari

L’obiettivo del goal 6 è garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico sanitarie, e va in stretta relazione con tutti gli altri obiettivi da raggiungere per uno sviluppo sostenibile.

Un obiettivo che ha un ruolo importante e centrale, l’acqua accessibile e pulita è un aspetto importantissimo nel mondo in cui vogliamo vivere. Le risorse di acqua dolce infatti sono fondamentali, soprattutto per la nostra salute, la sicurezza alimentare e la produzione energetica, il nostro pianeta possiede sufficiente acqua potabile per raggiungere questo obiettivo.

Ma bisogna saper gestire bene questa risorsa e riuscire a contribuire alla lotta contro la povertà. A causa di infrastrutture scadenti o cattiva gestione economica, ogni anno milioni di persone, soprattutto i bambini, muoiono per malattie dovute ad approvvigionamento d’acqua, servizi sanitari e livelli d’igiene scadenti ed inadeguati.

La carenza, e in certe situazioni, la totale mancanza, di acqua, assieme a strutture sanitarie inadeguate, hanno un impatto negativo sulla sicurezza alimentare, sui mezzi di sostentamento e sulle opportunità di istruzione delle famiglie povere di tutto il mondo. La siccità colpisce alcuni dei paesi più poveri del mondo, aggravando fame e malnutrizione.

Si calcola addirittura che nel 2050, se non si interviene subito, almeno una persona su quattro sarà colpita da carenza duratura o ricorrente di acqua potabile.

Bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare molto per garantire l’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienici a tutti perché è un diritto umano intoccabile e, insieme con le risorse idriche, un fattore decisivo in tutti gli aspetti dello sviluppo sociale, economico e ambientale.

“Più ci saranno gocce d’acqua pulita, più il mondo risplenderà di bellezza”. (Madre Teresa di Calcutta)

Ecco i punti dell’Obiettivo 6, Acqua pulita e servizi igienico-sanitari, garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie strumenti di attuazione:

6.1 Ottenere entro il 2030 l’accesso universale ed equo all’acqua potabile che sia sicura ed economica per tutti

6.2 Ottenere entro il 2030 l’accesso ad impianti sanitari e igienici adeguati ed equi per tutti e porre fine alla defecazione all’aperto, prestando particolare attenzione ai bisogni di donne e bambine e a chi si trova in situazioni di vulnerabilità

6.3 Migliorare entro il 2030 la qualità dell’acqua eliminando le discariche, riducendo l’inquinamento e il rilascio di prodotti chimici e scorie pericolose, dimezzando la quantità di acque reflue non trattate e aumentando considerevolmente il riciclaggio e il reimpiego sicuro a livello globale

6.4 Aumentare considerevolmente entro il 2030 l’efficienza nell’utilizzo dell’acqua in ogni settore e garantire approvvigionamenti e forniture sostenibili di acqua potabile, per affrontare la carenza idrica e ridurre in modo sostanzioso il numero di persone che ne subisce le conseguenze

6.5 Implementare entro il 2030 una gestione delle risorse idriche integrata a tutti i livelli, anche tramite la cooperazione transfrontaliera, in modo appropriato

6.6 Proteggere e risanare entro il 2030 gli ecosistemi legati all’acqua, comprese le montagne, le foreste, le paludi, i fiumi, le falde acquifere e i laghi

6.a Espandere entro il 2030 la cooperazione internazionale e il supporto per creare attività e programmi legati all’acqua e agli impianti igienici nei paesi in via di sviluppo, compresa la raccolta d’acqua, la desalinizzazione, l’efficienza idrica, il trattamento delle acque reflue e le tecnologie di riciclaggio e reimpiego

6.b Supportare e rafforzare la partecipazione delle comunità locali nel miglioramento della gestione dell’acqua e degli impianti igienici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *