Scritto e diretto da Marino Gennarelli


Mao Tse tung definì la donna :”l’altra metà del cielo”; E proprio a questo “emisfero” che è dedicato questo spettacolo..LA DONNA, da noi uomini amata, adorata, desiderata, ma anche offesa,umiliata,derisa, violata…unica luce di un mondo buio.

FEMMENE, è un caleidoscopio di ritratti di donne, alcune che hanno fatto la storia di Napoli e altre di fantasia; ma tutte vive e “presenti” nel nostro tessuto sociale.

Queste FEMMENE, si raccontano, si aprono al pubblico, tirando fuori tutte le problematiche del loro nascere ed essere donna.

Momenti drammatici e brillanti si alterneranno intermezzati da canzoni e note, con un piccolo omaggio ad Eduardo, uno dei pochi autori teatrali ad aver creato personaggi femminili di un certo spessore.

Un omaggio alla donna, figura affascinante e coraggiosa,costretta quotidianamente a sfide che non finiranno mai.

…con Giulia Mancini, Patrizia Pozzi ed Eliana Tambelli

sabato 5 ottobre ore 20.30

Lo spettacolo contribuirà a finanziare le attività dello SPAZIO DONNA WE WORLD di Scampia.

Teatro Santa Teresa Via Nicolardi 235 80131 – Napoli (NA)

Info https://www.facebook.com/events/2798890237003875/?active_tab=discussion

Gli Ignoti: https://www.facebook.com/gli.ignoti/

dipinto realizzato da Fabio Abbreccia

La compagnia teatrale GLI IGNOTI nasce nel 1977 da un gruppo di ragazzi napoletani accumunati dall’infinito amore per il teatro. Memori e consci della grande tradizione partenopea, vollero cimentarsi nella severa arte teatrale, portando sulle scene le loro origini e la loro cultura, rappresentando opere di grandi autori napoletani quale i DE FILIPPO,VIVIANI,SCARPETTA. Con il passare del tempo, la “voglia di teatro” li ha portati a cimentarsi in vari generi di spettacolo e teatrali quali”la commedia musicale”,”il varietà” e il “cabaret”, spesso con testi di propria produzione. Negli ultimi anni tengono corsi di formazione, proponendo stage e si offrono per il sociale allestendo spettacoli per iniziative benefiche. I vari allestimenti hanno sempre grossi riscontri sia di critica che di pubblico, e ciò li ha portati, e li porta da anni, a calcare i massimi ed i più svariati teatri Italiani e ad  essere presente nei maggiori e rinomati festival nazionali, ricevendo ovunque premi e riconoscimenti.

LILIANA CASTAGNOLA – NOTE DI REGIA

La protagonista di questo monologo non è solo Liliana Castagnola, ma il tormento e la passione, figli dell’amore per Totò. Un amore intenso, tormentato che porterà al suicidio della protagonista. Vedremo Liliana in tre fasi della sua vita: Nel culmine del suo successo, leggera, sfrontata; L’incontro con Totò e nascita di una passione intensa; Fine della relazione perché rifiutata dal suo amato a causa del suo profondo maschilismo, con la sua coda di tormenti che troveranno fine solo con la morte. Liliana , in scena, spogliandosi  di alcuni oggetti e orpelli, evidenzierà le proprie angosce, paure, frustrazioni , frutti di un infelice ma grande amore.

ELEONORA PIMENTEL FONSECA – Note di Regia

Portare in scena una delle eroine della storia di Napoli è, ed è stata una impresa ardua. Eleonora era un prisma dalle cento sfaccettature, una donna che ha avuto il torto di essere nata “donna” ma soprattutto con una mentalità molto più avanti del suo tempo.    Era una voce, perennemente” fuori dal coro”, una donna la cui franchezza e dignità metteva a disagio. Tutti valori che hanno condizionato la sua vita, ma non hanno scalfito il suo animo, i suoi ideali. In questo testo si è cercato, anche nella interpretazione, di mostrare l’animo in tumulto di questa eroina, con tutto il suo carico di valori, di sentimenti, di lealtà e di voglia di libertà. Una donna che, con il suo martirio, ha lanciato un velo di vergogna all’umanità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here