#NAPOLIPIZZAVILLAGE


Napoli come ogni anno aspetta un cenno da Lui, il suo Santo patrono, San Gennaro. Una giornata di festa, e non solo, in attesa di un prodigio, forse tra i più conosciuti al mondo, ossia la liquefazione del sangue di San Gennaro.

Film e canzoni, ricordano questo momento che la città aspetta con ansia, come non citare uno dei film dedicati al santo e il suo tesoro, “Operazione San Gennaro” con Nino Manfredi e Totò, tesoro del santo, che detto tra noi, più ricco di quello della Queen Elisabetta II.

Momenti di Fede e festa che si confondono, fondono e uniscono un popolo, nella manifestazione più pura e semplice della devozione verso il suo santo patrono. Ma le celebrazioni in onore del santo partiranno già da oggi, si perché il 18 settembre pomeriggio, dalla Basilica di Santa Restituta, proprio all’interno la cattedrale, parte la processione dell’olio per la lampada votiva, donato da parte degli ecclesiali e dei fedeli della diocesi di Nocera. Seguirà la tradizionale processione che partirà dalla Chiesa di San Lorenzo Maggiore per arrivare alla Cattedrale, con l’accensione sul sagrato della lampada votiva del santo.

La giornata del 19 settembre, non potrà non iniziare alla Cattedrale di Napoli, dove tutti i fedeli si riuniranno dalla mattina, per assistere alle celebrazioni, e in attesa del prodigio. Via Duomo si vestirà a festa, oltre le tante bancarelle, piene zeppe di caramelle, torroni e varie golosità, come da rituale del resto, dopo 70 anni sono ritornate anche le luminarie, che non venivano istallate e accese per la festa del santo dalla seconda guerra mondiale. Ripresa un’antica tradizione, quella delle luci per la festa di San Gennaro, che si era persa nel tempo, e proprio in quest’anno il Cardinale Sepe, aveva chiesto un maggior impegno da parte della città e dei cittadini per questa grande festa. La camera di Commercio di Napoli, ha risposto all’appello finanziando e facendo istallare le grandi luci, per aiutare anche il commercio della zona. Le luci accoglieranno napoletani e turisti fino al 22 settembre, un modo per riscoprire nuovamente la bellezza di questa zona.

Per la sera ci saranno anche altri appuntamenti, difatti al Napoli Pizza Village, oltre i suoi incontri alla Terrazza Ferrari, e le più di 50 pizzerie presenti sul lungomare Caracciolo, ci regalerà sul palco una serata emozionante. Trasmessa in radio e radiovisione da RTL 102.5, ci sarà un’anteprima del premio San Gennaro Day.

Il Premio dedicato al Santo Patrono di Napoli e indirizzato alle eccellenze partenopee, premierà in anteprima i Boomdabasch, per poi darci appuntamento al giorno 27 settembre, sul sagrato della Cattedrale per il San Gennaro Day, con il direttore artistico Gianni Simioli.

A seguire, in serata si esibiranno sul palco del Napoli Pizza Village i Desideri, idoli dei più giovani, il simbolo del blues napoletano, Blue Stuff, i trapper Geolier, genere musicale sempre più in voga, e la cantante ed attrice Anna Capasso, unica artista campana che dal 2016 si esibisce ininterrottamente per RTL 102.5 al Napoli Pizza Village, e dove presenterà il suo ultimo singolo “Come pioggia”.

Ma ci sarà un’unione particolare sul palco, un momento messo a punto proprio da Gianni Simioli, che ha voluto sul palco Ciro Scafuri, voce dei Gigli di Nola, infatti è previsto un gemellaggio tra San Paolino e San Gennaro. Sul palco interverrà anche il sindaco di Nola, Gaetano Minieri, che parlerà dell’antichissimo culto e della festa dei Gigli di Nola.

Allora non resta che vivere questa intensa giornata, che Napoli dedicherà al suo Gennaro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here