A Napoli il caffè è… sospeso


Accetteresti un caffè da uno sconosciuto?

Magari no, ma nella città di Partenope, abituata ad essere insolita e originale da sempre, nulla stupisce meno di questo gesto antico. Prendere il caffè qui a Napoli è un rito vero e proprio. La città ha sempre avuto un culto per l’elisir dei chicchi bruni e le proverbiali ospitalità e altruismo hanno fatto nascere nei secoli scorsi una prassi insolita e straordinaria, ancora oggi in uso: il caffè sospeso.

“un gesto gentile che migliora la giornata di chi offre e di chi riceve”

Quando si prende un caffè, se ne paga un altro per chi non può permetterselo, perché a Napoli il caffè non si nega a nessuno. Chiedendo nei vari bar se ci fosse stato un caffè sospeso, tutti potevano entrare a gustare un pezzo di napoletanità pura e anche quando non c’erano sospesi, non era inusuale che proprio i baristi offrissero una tazzina bollente per un sorso di paradiso.

Durante tour, visite guidate, ed eventi culturali di sorta, i turisti si fermano sempre a contemplare questo rito delizioso, un’usanza propria di un popolo abituato a condividere la gioia, e a non giudicare male chi è troppo povero per potersi concedere questo piccolo lusso.

Antonello Di Martino

Di Antonello Di Martino

Sono il papà di Francesco ed il Capo, come dicono loro, di un gruppo di agguerrite giovani donne, professioniste e professionali, con le quali condivido un pezzo di vita e di professione. - Direttore Editoriale MANI E VULCANI magazine - CEO NAPLES AND ITALY visite guidate ed eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *